Bando per assegno di ricerca 2020LC08

È indetta una selezione per il conferimento di n. 1 assegno per lo svolgimento di attività di ricerca da svolgersi presso il Dipartimento di Ingegneria Industriale sotto la supervisione della Prof.ssa Eleonora Sforza , in qualità di Responsabile Scientifico del progetto di ricerca.

L’assegno di ricerca, di durata 12 mesi e di importo annuo, lordo percipiente, di Euro 21.304,00 è bandito ai sensi del vigente Regolamento per il conferimento di assegni di ricerca ai sensi dell’art. 22 della Legge 240/2010 nell’ambito del progetto di ricerca sopra citato, nell’Area Scientifica di Ateneo n. Area 09- Ingegneria industriale e dell’informazione, Settore Scientifico-Disciplinare ING-IND/25.

L’assegno di ricerca, finanziato dal Centro Levi Cases, ha per oggetto lo svolgimento dell’attività di ricerca di seguito specificata:

Le attività previste da questo assegno riguardano l’ottimizzazione di un processo di produzione di biomassa microalgale su impianto pilota, di proprietà di un’azienda. L’assegnista, in possesso di competenze sia biotecnologiche che di ingegneria chimica, si occuperà dell’ottimizzazione del funzionamento dell’impianto, applicando programmi di simulazione, al fine di individuare le migliori condizioni operative.

Gli obiettivi del progetto sono:

  • Analisi della letteratura per l’individuazione dei parametri cinetici delle diverse specie da coltivare di interesse dell’azienda. Applicazione preliminare del modello di crescita per l’individuazione delle condizioni operative più adatte per le diverse specie.
  • Supporto all’avvio e alla gestione dell’impianto
  • Implementazione di un programma di simulazione specifico per il tipo di impianto proprietario
  • Approfondimento delle simulazioni di processo sullo specifico organismo scelto dall’azienda. Individuazione delle condizioni operative che ottimizzino la produttività.

Gli assegnisti dovranno essere persone in possesso almeno del titolo di laurea quadriennale o magistrale o specialistica.

In particolare, le competenze richieste sono le seguenti: il candidato/a deve avere una preparazione multidisciplinare, con formazione biotecnologica (Laurea in Biotecnologie Industriali) e competenze post-laurea nel campo dell’Ingegneria Chimica. In particolare, deve avere esperienza nel funzionamento di reattori biochimici e biologici, e in impianti di coltivazione di microalghe. Precedenti esperienza con aziende che operano impianti di coltivazione di microalghe saranno considerate positivamente.

I risultati attesi da questo progetto si riferiscono a:

  • Messa a punto di un sistema per la simulazione dell’impianto
  • Individuazione delle modalità operative che permettano di ottimizzare la produttività
  • Identificazione del prodotto di interesse e studio delle condizioni operative per la massimizzazione di tale prodotto

 

Art. 2 – Requisiti di ammissione

Possono partecipare alla selezione:

– i laureati con laurea specialistica/magistrale o vecchio ordinamento in Biotecnologie Industriali, (o titolo ritenuto equivalente dalla commissione giudicatrice) in possesso di idoneo e documentato curriculum scientifico-professionale nell’area scientifica connessa all’attività di ricerca oggetto della collaborazione

Ai candidati sono richiesti i seguenti requisiti: – laurea magistrale in Ingegneria Energetica o Ingegneria Meccanica, – almeno tre anni di ricerca post-laurea in università o istituto di ricerca italiano o estero; – competenze sperimentali nelle misure termiche.

Scadenza per presentare la domanda lunedì 5 ottobre 2020 ore 13.00

SCARICA IL BANDO

SCARICA LA DOMANDA

Condividi