visione strategica

Visione strategica

Documento approvato dal Consiglio Direttivo il 20 novembre 2014

 

1) Natura e caratteristiche essenziali del Centro Interdipartimentale Levi Cases

La costituzione, da parte dell’Università di Padova, di un centro interdipartimentale che si occupa delle ricerche riguardanti l’economia e la tecnica dell’energia avviene in un momento in cui tutte le università più importanti nel panorama internazionale hanno dato avvio ad attività nella forma di “Energy Initiative Centres”, che presentano caratteristiche analoghe a quelle proprie del Centro Levi Cases, per finalità e tipologia organizzativa.

All’interno dell’ampio e articolato settore delle ricerche sulle fonti e sull’utilizzo dell’energia, si è acquisita una generale consapevolezza che non basta operare in ambiti settoriali distinti, ancorché ad un livello scientifico prestigioso. Si ritiene piuttosto che soluzioni per gli innumerevoli problemi legati al soddisfacimento del fabbisogno energetico negli anni a venire possano produrre un salto di qualità, in termini sia temporali sia di efficacia, soltanto se gli esperti di diverse discipline ed i responsabili di laboratori di ricerca di settori diversi condividono conoscenze acquisite e progetti attraverso contatti intersettoriali ed azioni fortemente interconnesse, secondo un approccio interdisciplinare orientato al problem solving. Ciò non significa costituire laboratori nuovi e/o di dimensioni rilevanti, ma realizzare un reticolo di collaborazioni e scambi di informazioni fra laboratori che già operano con successo in settori specifici.

Caratteristica fondamentale del Centro Levi Cases è la sua indipendenza scientifica garantita dall’appartenenza all’Università di Padova ed alimentata dalla collaborazione e dal confronto con gli altri principali centri di ricerca europei con analoghe finalità attraverso consolidati network scientifici.

2) Obiettivo principale del Centro Levi Cases

All’interno dell’Università di Padova sono stati censiti i Gruppi di Ricerca che si occupano di tematiche energetiche: sono in tutto 35, e coinvolgono circa 120 unità di personale strutturato. L’obiettivo principale del Centro Levi Cases è di promuovere il dibattito culturale e scientifico sui temi collegati alle fonti di energia, alla sua trasformazione, distribuzione ed utilizzo, favorendo e supportando economicamente occasioni di incontro e collaborazione di questi gruppi di ricerca in modo da incentivare un salto di qualità decisivo per il prestigio dell’Università di Padova nella ricerca scientifica e tecnologica su questi temi. Il Centro intende privilegiare un metodo di ricerca fortemente interdisciplinare, aggregando di volta in volta competenze tecnico-scientifiche ed economico-gestionali sui temi oggetto di ricerca e di indagine.

3) Il Centro Levi Cases come punto di riferimento e di richiamo per ricercatori di prestigio internazionale

In linea con quanto esposto al punto precedente, le potenzialità del Centro Levi Cases in termini di capitale umano sono considerevoli: in aggiunta al personale strutturato sopra citato, sono attivi circa 240 ricercatori non strutturati (dottorandi, assegnisti, borsisti) impiegati a tempo pieno su tematiche energetiche. Anche la dotazione delle strumentazioni necessarie per condurre queste iniziative è ad ampio spettro, quantitativamente notevole e qualitativamente pregiata.

Si deve peraltro osservare che la numerosità del personale coinvolto non comporta necessariamente una elevata qualità nei risultati raggiunti. E’ ragionevole presumere che il Centro Levi Cases potrà crearsi una reputazione e una credibilità internazionale soltanto se sarà in grado di mettere a fuoco obiettivi specifici di ricerca su cui far convergere sforzi e risorse.

A tale proposito è in corso un approfondimento sulle attività dei gruppi di ricerca per individuare le tematiche più strategiche sulle quali concentrare i fondi disponibili al fine di rendere il Centro un riferimento di eccellenza a livello internazionale. Sono due gli obiettivi principali in tale ottica: da un lato va promosso l’accreditamento dei responsabili di queste attività nel panorama scientifico internazionale del settore energia, dall’altro devono essere attirati a Padova ricercatori di fama mondiale per promuovere la qualità della ricerca e la visibilità del Centro.

4) I punti di forza del Centro Levi Cases

Le potenzialità attualmente espresse da docenti dell’Ateneo afferenti al Centro riguardano principalmente le seguenti aree di ricerca:

  • Conversione dell’energia solare
  • Mercati energetici e regolamentazione
  • Mobilità e Biocarburanti
  • Scenari energetici e Politiche energetico/ambientali
  • Sistemi di accumulo energetico
  • Smart Grid
  • Tecnologie per il risparmio energetico
  • Valutazione economica delle risorse ambientali ed energetiche
Immagine

5) Il Centro Levi Cases come interlocutore con gli enti e le aziende del territorio su questioni energetiche

In parallelo all’individuazione ed allo sviluppo di temi e gruppi di eccellenza, è essenziale promuovere la creazione di un sistema per l’acquisizione di finanziamenti, provenienti sia dall’Unione Europea sia da aziende ed istituti di ricerca di natura privata. Il lascito attualmente a disposizione del Centro, infatti, deve essere considerato essenzialmente come una dotazione di “avvio”, con cui stimolare la richiesta e l’ottenimento di finanziamenti più importanti. Si ritiene difficile che il Centro possa diventare un punto di riferimento internazionale su una qualche tematica, se non sarà in grado di acquisire risorse esterne per sostenere e potenziare le attività riguardanti temi e gruppi di eccellenza.

Il Centro si propone anche di assumere da un lato una funzione di polo di trasferimento tecnologico verso le aziende favorendo i contatti con il mondo produttivo, dall’altro di presentarsi come interlocutore privilegiato verso la Regione Veneto – e altre istituzioni preposte – nella formulazione delle politiche energetiche.

6) Il Centro Levi Cases come divulgatore di cultura in campo energetico

E’ convinzione già ampiamente condivisa all’interno del Centro che vi sia urgente necessità di aumentare la consapevolezza sociale dei problemi legati all’energia.

Un primo progetto che si intende avviare in proposito, in collegamento con l’iniziativa HESI (Higher Education Sustainability Initiative) dell’Ateneo, è l’organizzazione di un corso da 3 CFU su “Energia e Sostenibilità nel XXI secolo”, che verrà offerto a tutti gli studenti dell’Ateneo come insegnamento opzionale aggiuntivo da svolgersi nel secondo semestre dell’anno accademico 2014/2015.

7) Il supporto dei mezzi di comunicazione allo sviluppo del Centro Levi Cases

La visibilità del Centro e delle sue attività rispetto a tutti gli stakeholder è elemento essenziale per perseguire una strategia di successo. In tal senso, oltre ad attivare ed a mantenere aggiornato il sito web del Centro, si intende effettuare in tempi brevi una ricognizione internazionale sui centri con finalità analoghe, al fine di recepirne stimoli e suggerimenti.

Si ritiene anche fondamentale attivare e mantenere una presenza forte sui media locali e nazionali, con interventi sia di natura divulgativa e culturale generale sia di tipo mirato ad accendere e sostenere discussioni di carattere scientifico-divulgativo su temi energetici di attualità. In particolare, si pensa di promuovere un’iniziativa di grande visibilità con scadenza regolare (almeno annuale), su cui far convergere l’interesse della stampa nazionale, e possibilmente farla diventare un appuntamento di richiamo nazionale per la comunità scientifica impegnata su temi di energia.

Condividi